Tag Archives: Maltrattamenti

Orfani per crimini domestici. Legge 4/2018. Gratuito patrocinio, sequestro dei beni e provvisionale a garanzia del risarcimento dei danni ed altro

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 26 del 1 febbraio 2018 la Legge 11 gennaio 2018, n. 4 recante “Modifiche al codice civile, al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in favore degli orfani per crimini domestici”.

La legge in oggetto introduce, tra le tante novità, il beneficio del gratuito patrocinio a prescindere dal reddito per i figli delle vittime di femminicidio, il sequestro dei beni e provvisionale a garanzia del risarcimento dei danni e indegnità a succedere per il reo. 

Maltrattamenti in famiglia, va esclusa l’aggravante per la presenza di minori se in tenerissima età

Maltrattamenti presenza minore

Maltrattamenti in famiglia ed aggravante di cui all’art. 61 c.p., comma 1, n. 11 quinquies

di Avv. Marco Trasacco – Nei casi di maltrattamenti in famiglia è esclusa l’aggravante della presenza di minori in tenera età, in quanto quest’ultimi non sono in grado di avvertire la situazione di disagio; questa la decisione di una recente sentenza della Corte di Cassazione in un caso di violenza esercitato dal marito nei confronti della moglie, alla presenza del figlio poco più che neonato (all’epoca dei fatti,  aveva soltanto un anno). In primo grado, condannato alla pena di due anni e sei mesi di reclusione (CORTE DI CASSAZIONE 23 maggio 2017, n°53823, depositata il 29 novembre 2017).

Stalking, avvocato sempre gratis per la vittima!

Studio Legale Trasacco & Pecorario

La vittima di stalking ha diritto ad essere ammessa al Gratuito Patrocinio a spese dello Stato anche se non rientra nei limiti di reddito previsti dalla legge.

Ogni soggetto, con un reddito imponibile Irpef non superiore a 11.528,41 euro, può chiedere ed ottenere di essere ammesso al gratuito patrocinio nell’ambito di un procedimento penale (anche civile), ma questo limite non vale per la vittima di stalking.

Violenza sulle donne: convegno a San Giuseppe Vesuviano con magistrati, avvocati ed esperti

Violenza sulle donne

“Rispetto Donna”.

È il titolo del convegno che si terrà nel pomeriggio del 21 novembre in occasione dell’avvicinarsi della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, organizzato dalla Fidapa in collaborazione con il Comune e l’Ordine degli Avvocati di Nola. Relatori magistrati, politici ed esperti. Il dibattito inizierà alle ore 18 presso l’aula consiliare del Comune in piazza Elena d’Aosta.

Maltrattamenti in famiglia: reato abituale caratterizzato da fatti commissivi ed omissivi che comportano durevoli sofferenze fisiche e morali

Studio Legale Trasacco & Pecorario

Cassazione penale, sez. III, sentenza 03/04/2017 n° 16543 – Il reato di maltrattamenti (art. 572 c.p.) integra una ipotesi di reato necessariamente abituale che si caratterizza per la sussistenza di una serie di fatti, per lo più commissivi, ma anche omissivi, i quali isolatamente considerati potrebbero anche essere non punibili ovvero non perseguibili, idonei a cagionare nella vittima durevoli sofferenze fisiche e morali (nella specie, l’imputato aveva intrattenuto rapporti sessuali con l’amante all’interno della casa coniugale imponendo alla moglie l’accettazione di tale stato di fatto con gravi minacce).

Maltrattamenti: è necessaria una condotta di vessazione continuativa che deve costituire fonte di un disagio continuo

Studio Legale Trasacco & Pecorario

Per l’integrazione del delitto di cui all’art. 572 c.p., è necessaria una condotta di vessazione continuativa, che, pur potendo essere inframmezzata da periodi di “calma”, deve costituire fonte di un disagio continuo ed incompatibile con le normali condizioni di vita, poiché altrimenti deve escludersi l’abitualità del comportamento, implicita nella struttura normativa della fattispecie, ed i singoli fatti che ledono o mettono in pericolo l’incolumità personale, la libertà o l’onore di una persona della famiglia conservano la propria autonomia di reati contro la persona.